Rosalba Piccinni, vi svelo il linguaggio dei fiori

Ditelo con i fiori. Facile a dirsi, decisamente meno a farsi. A meno di conoscere molto bene il linguaggio di fiori e piante, in vaso o recisi. Oppure di avere un fiorista di fiducia che sappia fornirci preziosi suggerimenti sul tipo di fiore da scegliere, sul numero, sul colore più indicato. E che sappia aiutarci a capire cosa possono raccontare rose e tulipani, orchidee e fiori di campo, gardenie e azalee a chi li riceve. In una ricorrenza romantica, in occasione di un evento o di una cerimonia, o più semplicemente per "sdebitarci" di una cortesia, o per far sembrare più"colorata" una degenza in un centro di cura. Sono moltissime le occasioni in cui è possibile (oltre che estremamente carino ed elegante) donare dei fiori. L'importante è saper scegliere il fiore giusto.

I fiori? Sono un ornamento ma anche un ingrediente in cucina

Rosalba Piccinni, titolare del negozio di fiori in via Mazzini, all'angolo con via XXIV Maggio, da anni aiuta centinaia di clienti a scegliere il fiore più indicato per ogni regalo, rispondendo ogni volta a ogni  domanda. Comprese quelle più strane, legate per esempio all'impiego di fiori non come elemento ornamentale, ma come ... ingrediente in cucina.  Per cucinare un risotto ai petali di rose, ma anche un sugo ai garofani o ai fiori di lavanda, o ancora per fare una deliziosa marmellata di primule.

Attenti ai fiori gialli, è il colore del tradimento...

Richieste decisamente insolite, mentre molto più comuni sono le richieste di un aiuto, di un consiglio per non sbagliare fiore o pianta.  Per esempio avanzate da un "lui" innamorato ma anche, sempre più spesso, da una "lei" decisa a stupire il proprio amato inviandogli (o portandogli, come avviene in una nota pubblicità televisiva di qualche tempo fa) un bel mazzo di fiori. Informazioni che riguardano spessissimo la scelta del colore, per non rischiare di dire, con i petali, cose troppo particolari: se forse molti sanno che  fiori rossi, in particolare le rose rosse,  vogliono dire passione, magari invece molti meno sanno invece che il giallo, nei fiori, è il colore del tradimento.....

L'azalea è il simbolo della fortuna ed è più bella del quadrifoglio

E se il colore è un argomento particolarmente gettonato durante la scelta della pianta, la stessa cosa vale anche per il profumo che, avverte Rosanna, non deve esserci quando la pianta è destinata a una persona ricoverata. A meno che il paziente sia particolarmente scaramantico: in questi casi è indicatissima un'Azalea, pianta che  simboleggia la fortuna, fiore che oltre a essere regalato in occasione della festa della mamma, è indicatissimo anche per una persona chiamata ad affrontare  una prova importante come un esame di maturità o una tesi di laurea, un importante colloquio di lavoro.... Efficace come un quadrifoglio, ma decisamente più bella.

Se non avete il pollice verde non preoccupatevi troppo

Ma sono moltissimi altri i consigli che Rosalba Piccinni dà ai propri clienti, insieme a piante di assoluta qualità e a preziosi suggerimenti per far durare a lungo i fiori, anche quando non si possiede esattamente il "pollice verde". Consigli preziosissimi, a giudicare dalle splendide condizioni di fiori e piante custoditi nel negozio di via Mazzini  dove molti clienti sospettano che Rosalba abbia un segreto per avere piante così belle. Ovvero che non solo parli con i fiori (come del resto fanno molte persone) ma che addirittura canti per loro.

Ditelo con i fiori. Oppure parlate (o cantate) con loro

Canzoni bellissime e, soprattutto interpretare in modo straordinario visto che Rosalba è, oltre che fiorista, è cantante. Anzi, una bravissima cantante che  da anni si esibisce su importanti palcoscenici spaziando dal pop (accompagnata dal pianista Paolo Cernuschi, con il quale ha inciso diversi pezzi inediti, ha partecipato a numerosi concorsi in tutta Italia compreso Sanremo Giovani) al rock melodico ( ccompagnata dalla chitarra di Antonello Gabelli),  al rhythm and blues (come cantante degli Asseneutro fino al jazz  che negli ultimi anni l'ha vista protagonista al fianco di artisti del calibro di Tracanna, Mandarini, Trullu, Marinoni, Mangialajo Rantzer, Micheli.

M'ama o non m'ama? Per scoprirlo c'è sempre la margherita

Forse è anche per questo che i fiori di Rosalba da sempre sono scelti per fare il regalo più bello, ma anche per ornare la propria casa. E se si è innamorati, per sciogliere il più opprimente dei dilemmi: M'ama o non m'ama?  Un dilemma per il quale Rosanna non perde tempo a individuare il fiore piùindicato:la classica, intramontabile margherita. Da unire a uno splendido mazzo di rose rosso passione, nel caso l'ultimo petalo della margherita sia coinciso con un sì.....

Nessun commento ancora

Lascia un commento