Mangili, coi Lego costruisco sogni per i bimbi malati

Con i mattoncini Lego un bambino può costruire un mondo incantato dove vivere le ore più serene della sua infanzia giocando. Con quegli stessi mattoncini un adulto può invece fornire il suo piccolo contributo per costruire un mondo migliore per quei bambini ai quali il destino a riservato un'infanzia resa meno felice dalla malattia. Impresa tentata e perfettamente realizzata da Fabio Mangili, agente immobiliare "inventore" dei  quadri tridimensionali firmati The Skip e realizzati proprio con i leggendari mattoncini Lego, che ha deciso di devolvere una parte del ricavato della vendita delle sue opere artistiche alla  Chirurgia pediatrica  dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, città dove Fabio Mangili vive e dove ha la propria attività, in via Pietro Ruggeri da Stabello. Cosa  che fa fatto del resto anche recentissimamente, devolvendo un assegno da 5000 euro al reparto. Il tutto grazie ai suoi quadri particolarissimi con i quali è possibile giocare, cambiandone i dettagli, per esempio aprendo o chiudendo porticine o finestrelle. Un piccolo salto (la traduzione letterale di The Skip) verso un nuovo modo di esprimere l'arte: un piccolo grande salto verso la solidarietà, per aiutare decine di bambini a tornare al più presto a giocare, guariti e felici, con i mattoncini colorati…

2 Risposta

  1. Ariela Persico

    Bravo Fabio! Che idea stupenda! Io sono volontaria nel reparto accanto! Passa a trovarci. Un abbraccio Ariela

  2. Loredana

    Se volete vedere i suoi quadri c’è una mostra, l’arte in mattoncini, allestita proprio in questi giorni al Centro culturale San Bartolomeo a Bergamo… Veramente bella

Lascia un commento