Marco Benzoni, il ferro rende la casa preziosa

Un soppalco può essere un'ottima soluzione per chi è alla ricerca di più spazio in un ambiente, per chi vuole ritagliarsi un angolo per andare a guardarsi un cartone animato con i bambini mentre la mamma di sotto prepara la cena; oppure uno spazio tutto suo dove andare a riordinare i lavori che non si è riusciti a smaltire in ufficio. Op, ancora, può rappresentare il modo migliore per trasformare una vecchia casa in una moderna e giovanile, dandole contemporaneamente un tocco caldo e rustico.... In ogni caso un soppalco rappresenta un mondo nuovo, destinato ad “arricchire” la casa e non solo in termini di metri calpestabili. Un mondo, realizzato in due possibili modi, ancorato al pavimento grazie a una serie di pilastri oppure  alle pareti, che può diventare allo stesso tempo il più raffinato “oggetto d'arredo”, utilizzando strutture in ferro che, unendosi magari al legno di un soffitto o di un pavimento, possono creare un nuovo “mondo incantato”. Come quelli che è abituato a far materializzare, spessissimo da un semplice disegno che lui stesso traccia sul pavimento con del gesso, appena abbozzato ma già capace di mostrare tutta la bellezza di ciò che “nascerà”, Marco Benzoni, 35 anni, carpentiere da quanto ne aveva 15, titolare dal 2006 della società che porta il suo nome, a Onore, in valle Seriana. Un straordinario artigiano del ferro che sa far nascere, dal ferro, qualsiasi oggetto e struttura: dai soppalchi alle scale, dalle barriere o cancelli. Fino alle culle, destinate a ospitare chi nascerà. Bellissime culle in ferro battuto come quella, a dondolo, che ha realizzato per suo figlio. Quasi a testimoniare che dalla capacità e dall'esperienza, e soprattutto dalla passione per il proprio lavoro, può nascere qualsiasi cosa. Come il grandissimo soppalco, di 300 metri quadrati, grazie ai quali una bellissima casa è diventata semplicemente straordinaria; o come l'incredibile struttura realizzata per una casa progettata “a spinta” e “portata” dal tetto. O, ancora, come il rivestimento esterno per tre case di villeggiatura in montagna in corten, l’acciaio che si ossida naturalmente diventando color ruggine e trasformandosi in una barriera protettiva resistente alla corrosione da agenti atmosferici. Lavori che è possibile scoprire varcando la soglia della Marco Benzoni Carpenterie meccaniche e lavorazione in ferro, in via Rovena, 309 - 24020 a Onore. Per informazioni è possibile  telefonare al numero 340 6006814, inviare una e mail info@marcobenzonicarpenteria.it, oppure contattare lo show room Progetto Lové, "rete" nata per rispondere a qualsiasi esigenza di arredo alla quale ha aderito anche Marco Benzoni, con sede in via Verdi a Bergamo a due passi dal parco Suardi.

Testo realizzato da Baskerville (www.baskervillecomunicazione.it), Pubblicato su gentile concessione deo portale www.casavuoisapere.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento