ThaiSpa, lo stress tramonta a Oriente

19

L'idea per aprire una nuova attività può venire in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo. Per esempio su una spiaggia da sogno, mentre si è sdraiati su un lettino e si è deciso di affidarsi alle sapienti mani di un massaggiatore. Ma una nuova iniziativa imprenditoriale può anche nascere  anche per qualsiasi motivo. Per esempio per aiutare migliaia di persone a scoprire culture e tradizioni diverse e, proprio grazie a queste, sentirsi meg lio. Fisicamente e mentalmente.

Un angolo di Thailandia in via Guglielmo D'Alzano

A Monica Biasio  è successo esattamente così. Appassionata praticamente da sempre di massaggi e terapie naturali per il benessere, amante dei viaggi alla scoperta di culture e filosofie di vita diverse, nell'estate del 2006 era sdraiata su un comodissimo lettino su una spiaggia di Kohsamui, una delle più belle isole della Thailandia, e si stava sottoponendo a un massaggio quando ha deciso che quel benessere che le penetrava sempre più nel corpo e nella mente, man mano che le sapienti mani del massaggiatore eseguivano movimenti antichi centinaia d'anni (e un tempo riservati solo a pochi eletti), sarebbe diventata la sua nuova attività. E che, grazie alla sua nuova impresa, moltissimi bergamaschi avrebbero potuto immergersi nel benessere più profondo senza affrontare un volo di migliaia di chilometri, ma restando in città. Semplicemente entrando nel nuovo centro benessere che, una volta rientrata a Bergamo avrebbe aperto.

Tutto è made in Thailandia, a cominciare dagli arredi...

Una decisione che, terminata la vacanza thailandese, ha preso lentamente forma.  Scegliendo la sede (260 metri quadrati in via Guglielmo d'Alzano); organizzando la spedizione, dalla Thailandia, degli arredi (dai listoni, straordinariamente belli, in tek per  il pavimento, ai draghi-leone da mettere all'ingresso, fino ai letti  sui quali far sdraiare i clienti). E, ancora, seguendo i lavori di ristrutturazione, con la realizzazione  delle tre grandi stanze dedicate ai trattamenti, fra cui la bellissima suite con la grande vasca idromassaggio color  turchese e il bagno turco, dove i clienti possono immergersi nel relax più profondo.

... fino al personale, custode di una cultura millenaria

Ma il capitolo più intenso di questa storia imprenditoriale ai suoi primi passi è stata la selezione del personale. Cercando fra i cittadini thailandesi residenti a Bergamo (quando la comunità "thai" limitatissima) ma che, soprattutto, conoscessero una professione, quella del massaggiatore, che è prima di tutto una cultura, tramandata nei secoli. E' stato, come spesso accade, il passaparola a far approdare in via Guglielmo d'Alzano, prima una coppia di cittadini thailandesi e poi Som, Kim, Kwan e Deng che oggi accolgono i clienti.

I diplomi della scuola Wat Pho di Bangkok certificano la qualità

E il verbo accolgono non rispecchia solo l'essere presenti all'arrivo del cliente, nel bellissimo atrio con scala e terrazzo in legno dove due draghi-leone, portatori di fortuna, fanno compagnia alle receptionist, Emanuela e Daniela. L'accoglienza  nel centro massaggi orientali ThaiSpa, come Monica Biasio ha deciso di chiamare la sua nuova attività, è un vero e proprio culto. Con ingredienti unici, come i fiori freschi sul letto, la baccinella d'acqua con petali di fiori per il lavaggio dei piedi del cliente, preceduto dal saluto con inchino e mani giunte di Som, Kim, Kwan e Deng.  Quattro professioniste diplomate alla scuola di Wat Pho, la più antica di Bangkok, dove per secoli è stato insegnato il massaggio tramandato di generazione in generazione nei templi per dare corpo al "Metta", la "gentilezza amorevole". Una gentilezza amorevole quanto terapeutica insegnata per la prima volta da  un medico dell'India settentrionale,  Jivaka Kumar Baccha, amico personale del Buddha e medico del Sangha, l'ordine monastico buddista, giunto nell'area che oggi ospita la Tailandia nel secondo secolo avanti Cristo.

I benefici della digitopressione viaggia lungo i canali energetici

In breve una sosta al centro di massaggi orientali di via Guglielmo d'Alzano è divenuto un'abitudine imperdibile per moltissimi clienti (fra cui diversi manager e donne lavoratrici-mogli-mamme alle prese con lo stress che deriva da questa triplice attività, ma anche ragazzi e ragazze) che spesso decidono di ritagliarsi un'ora o due di benessere in coppia, sottoponendosi contemporaneamente, sdraiati su due letti affiancati, alle terapie. Cominciando dal massaggio thai,  in lingua thailandese  Nual thai phamboran, che utilizza le tecniche della digitopressione sui diversi canali energetici, i "sen", alternando fasi energetiche e rilassanti all'utilizzo di oli aromatici personalizzati. Un massaggio che attraverso  pressioni, allungamenti muscolari, impastamenti dei tessuti molli dello strato connettivo e miofasciale, mobilizzazioni delle articolazioni, sollecita il sistema immunitario, favorisce la calma e allevia i dolori.

L'Art Reum è un toccasana per cervicale e mal di schiena

E chi ha provato gli effetti della pressione su punti d'energia, ma anche degli esercizi di stiramento e allungamento dei muscoli che richiamano gli esercizi di Hata Yoga, assicura che è una sensazione unica. Un misto di piacere, benessere, relax, che si possono provare "assaggiando" anche le mille altre proposte elaborate da Monica Biasio e dalle sue assistenti, in un "menu" dove c'è solo l'imbarazzo della scelta. Dal benvenuto (con bagno turco alle erbe e idromassaggio con oli essenziali) ai massaggi localizzati (al viso, ai piedi, alla testa e al collo); dall'Art reum, autentico toccasana per chi soffre di problemi alla schiena o alla cervicale, al massaggio a quattro mani, il più affascinante antidoto allo stress e alle tensioni che si possa immaginare.

Massaggio al bamboo, con pietre d'ambra o con gemme?

E, ancora, dal massaggio zar e zarina, con pietre d'ambra del mar Baltico, antistress, al Chakra stone massage, con pietre laviche e gemme; dal massaggio al bamboo, ad azione linfodrenante, a quello alla candela con burro di karitè alle varie fragranze.

In caso di dolori reumatici ecco i tamponi con ripieno d'erbe

Ma nell'elenco di proposte per scoprire il benessere più profondo figurano anche il massaggio con tamponi caldi ripieni di erbe (parente stretti della medicina Ayurvedica indiana) indicatissimo per i dolori reumatici;  il percorso suite (nella versione Sawasdee, con bagno turco, aromaterapia, idromassaggio e massaggio; Reale, con idromassaggio con oli e massaggio corpo viso e testa; The magic spa, con indromassaggio, scrub corpo, massaggio a quattro mani e massaggio viso. Alla voce trattamenti naturali si trovano invece il trattamento Iris, ideale per le pelli grasse; il Gelsomino, antirughe e rassodante del viso; il trattamento Ninfea; quello Fiori di loto (snellente per glutei, gambe e addome); il Giglio, rassodante...

Il benessere? Un'idea regalo sempre più gradita

Mille possibilità per farsi il miglior regalo: il benessere. Ma anche per donarlo ad altri, visto che nel ventaglio di proposte ideate da Monica Biasio ci sono anche numerosi pacchetti regalo che sempre più mariti e fidanzati hanno scelto per le proprie compagne ( e viceversa)  ma che sempre più spesso viene scelto anche da parenti e amici per un'idea regalo nuova e, soprattutto, graditissima. E se qualcuno può pensare che i prezzi possano essere fuori budget, basta fare una telefonata al centro  (il numero è 035 234066) o navigare sul sito internet www.thaispa.it per scoprire che anche i costi sono come i trattamenti. Fanno subito sentire meglio.....

1 Risposta

  1. Viviana

    Buongiorno chiedo prezzi indicativi per trattamenti presso di voi. Grazie

Lascia un commento