Tenuta Casa Virginia, una serata davvero… divina

Prendete una bellissima azienda vinicola gestita da titolari con il senso dell'accoglienza, la gentilezza e la simpatia impressi a fuoco nel Dna; aggiungete una serata di giugno dal clima assolutamente ideale per godere gli spazi all'aria aperta e "aggiungete" infine l'ingrediente principale, una dozzina di produttori di vini pronti ad accogliervi per farvi assaggiare i loro migliori rossi, bianchi, rosé e bollicine, spiegandone ogni caratteristica, ma anche le "curiosità" legate, oltre che al prodotto, all'etichetta, alla scelta del nome... Ecco “servita” (accompagnata da assaggi di grissinotti e focaccine oltre che da un delizioso risotto, perché bere a stomaco vuoto non si fa....) la serata ideale per gli amanti dell'ottimo vino. La serata in questione è quella andata in scena lunedì 10 giugno alla Tenuta Casa Virginia di Villa d’Almè per il quarto appuntamento di Bergamo in Primeur, iniziativa nata nel 2013 su idea della Tenuta Castello di Grumello come invito al confronto tra produttori locali  e conoscere i vini in divenire, a pochi mesi dalla vendemmia, e ha ha avuto come protagonisti una settantina di vini delle aziende Angelo Pecis, Caminella, Eligio Magri, La Collina, La Rocchetta, Le Corne, Sant’Egidio, Tenuta Casa Virginia,Tenuta Castello di Grumello, Tenuta Le Mojole,Tosca, Valba. Settanta vini, proposti lungo un affascinante “percorso” disegnato all'interno e all'esterno della bellissima tenuta in via Cascina Violo 1 a Villa D’Almè da Antonio Lecchi, da sua sorella Patrizia e dalla moglie Floriana,  perfetti “padroni di casa” nell'accogliere i numerosissimi ospiti della serata che hanno avuto l'opportunità d'assaggiare anche il frutto della vendemmia 2018. Fra i vini proposi, particolarmente apprezzati sono risultati Il Verde Luna e il brut millesimato di Caminella e  il Moscato giallo dell'Azienda Vitivinicola La Collina "selezionati"  nell'occasione dalla redazione del portale mareonline.it (oltre 8 milioni di pagine visualizzate) presente alla serata, per essere "consigliati" ai proprietari d'imbarcazioni ed essere messi in cambusa per le prossime crociere.

Testo realizzato da Baskerville Comunicazione & Immagine srl per Ilmadeinbergamo.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento